Domande Frequenti

 

Perché 13° e non 10°?

Prima del Rito del Grembo vi erano nove riti Munay-Ki.

Sebbene il rito del grembo sia il decimo rito ad esserci donato, si tratta di un rito femminile e non ha bisogno di seguire la linearità.

Il lignaggio che ci ha passato il rito, vuole che onoriamo le tredici lune dell’anno, che sono connesse con i cicli del grembo.

 

Se ho subito un’isterectomia posso ricevere questo rito?

Se il tuo utero è stato rimosso è anche più importante che tu riceva questo rito. Energeticamente hai ancora il tuo utero ed è vitale che tu ti riconnetta con esso e rivendichi la tua saggezza ed il tuo potere femminile. Dopo aver ricevuto il rito è necessario che tu lo nutra ogni luna nuova per guarire ogni traccia di pena e tristezza per lasciare spazio alla gioia e alla compassione.

 

Le donne incinte possono ricevere il rito?

Il rito è una benedizione per la madre ed il bambino perché verrà trasmesso ad entrambe le creature. Tuttavia è importante donarlo con extra delicatezza e riverenza per la vita ed anche onorando l’intuito della futura madre.

 

E gli uomini?
Tutte le forme di vita arrivano dal grembo della Terra e tutti gli uomini arrivano dal grembo di una donna. E’ ugualmente importante che gli uomini divengano womb keepers, custodi del grembo, come lo è per le donne.

Il modo in cui gli uomini possono mettere in pratica il loro essere womb keepers è far sapere alle donne che loro supportano il loro viaggio di guarigione diventando guardiani della Terra.

 

Gli uomini possono partecipare alla cerimonia?

Se le donne che stanno dando e ricevendo il rito sentono appropriato invitare uomini alla cerimonia, allora va assolutamente bene.

Quando gli uomini si mettono al servizio delle donne e del rito, avviene una potente guarigione per ogni persona coinvolta.

Gli uomini possono aiutare a preparare lo spazio sacro rendendolo particolarmente sicuro per le donne.

Poi possono posizionarsi in modo strategico per far sentire alle donne di essere supportate in questa guarigione. Per accrescere il proprio ruolo, gli uomini possono suonare dei bastoni come a dire “siamo qui per voi”.

 

Gli uomini possono ricevere il rito?

Questo è un rito per guarire l’utero ed occasionalmente c’è un uomo che sente il bisogno di guarire il suo utero psichico. A volte questi uomini hanno avuto esperienze molto traumatiche nei grembi delle proprie madri o hanno avuto una relazione molto disfunzionale con l’aspetto femminile della vita.
Se un uomo chiede di ricevere questo rito con cuore sincero, allora è appropriato condividerlo con lui.

 

Il rito può essere passato a distanza?

Se la persona che passa il rito sa già come lavorare a distanza con le energie, allora si può fare. E’ però meglio ricevere il rito di persona poiché parte della nostra ricerca di riconnessione col femminino è quella di impersonare la nostra spiritualità.